martedì 21 giugno 2016

⊛ Aggiornare GRATIS il PC a Windows 10 entro il 29 Luglio

Microsoft concede a tutti i possessori di regolari licenze di Windows 7 e Windows 8 o 8.1 di aggiornare gratuitamente il sistema operativo del proprio computer installando il nuovo Microsoft Windows 10. 

L’aggiornamento è gratuito se effettuato entro Venerdì 29 luglio 2016. 

ATTENZIONE: Dopo questa data l’upgrade sarà possibile solo a pagamento (!) 

Se invece il tuo computer utilizza Windows XP o Windows Vista puoi fare l'aggiornamento solo a pagamento acquistando Microsoft Windows 10

E' possibile fare l'acquisto su MicrosoftStore:
Oppure su Amazon

L’aggiornamento modificherà la Versione iniziale (o edizione di origine), del sistema operativo presente nel tuo computer, convertendola nella Versione aggiornata (o edizione finale) seguendo le corrispondenze illustrate nello schema di Figura 1. 
Figura 1 - Corrispondenza di Edizione 
Ad esempio le versioni Windows 7 Professional, Windows 7 Ultimate, Windows 8.1 Pro e Windows 8.1 Pro per studenti, dopo l’aggiornamento, convergono tutte quante nell’edizione finale Windows 10 Pro

 ISTRUZIONI PER AGGIORNARE GRATIS IL COMPUTER A MICROSOFT WINDOWS 10

Aggiornamento via rete. 
Entra in Windows e se nell’area di notifica di sistema (barra in fondo allo schermo) è comparsa l’icona ufficiale dell’applicazione "Ottieni Windows 10", una bandierina bianca contenente il logo di Windows (Vedi Figura 2), allora puoi accedere alle fasi successive e aggiornare il tuo sistema a Windows 10. 


Figura 2 – Icona bianca con Logo di Windows

Passo 0) - Fase Preparatoria e Avvertenze 
Assicurati che il tuo Computer possieda i seguenti requisiti minimi richiesti (sia Hardware che Software): 
  • Sistema operativo aggiornato: tutti i pacchetti installati tramite Windows Update (Windows 7 SP1, Windows 8.1 Update) 
  • Processore: 1 gigahertz (GHz) o superiore oppure System on a Chip (SoC) 
  • RAM: 1 gigabyte (GB) per sistemi a 32 bit o 2 GB per sistemi a 64 bit 
  • Spazio su disco rigido: 16 GB per sistemi a 32 bit, 20 GB per sistemi a 64 bit 
  • Scheda video: DirectX 9 o versione successiva con driver WDDM 1.0 
  • Display: risoluzione minima del display da 800 × 600 pixel 

Assicurati di avere il computer collegato a Internet di tipo “illimitato” (via cavo di rete o in Wi-Fi) con una connessione stabile e sufficientemente veloce in quanto l’aggiornamento prevede lo scarico (download) di un notevole quantitativo di dati (circa 3 gigabytes). 
Evita l’aggiornamento se utilizzi una connessione Internet di tipo a “consumo”, in quanto il provider di servizi in questo caso addebita la quantità di dati inviati e ricevuti dal computer e potresti incorrere in addebiti aggiuntivi molto onerosi
In genere con una connessione Internet a banda larga il download richiede una o due ore, ma i tempi di download variano a seconda della velocità della connessione e di altri fattori. Il processo completo di aggiornamento e installazione a Windows 10 dovrebbe impegnare il computer in media per circa 3 ore
Con Windows Update fai un’ultima verifica della disponibilità di aggiornamenti per il tuo attuale Sistema Operativo (Windows 7, 8 o 8.1) e, nel caso ce ne siano in attesa, procedi a scaricarli in modo da allineare il tuo sistema alle ultime patch di sicurezza e alle ultime versioni dei driver software disponibili. Questo sarà il punto di partenza per un passaggio più sicuro e veloce al nuovo Windows 10. Per accedere velocemente a Windows Update puoi cliccare col tasto destro del mouse sull’icona di aggiornamento a Windows 10 e scegliere la seconda voce “Vai a Windows Update” (Vedi Figura) 

Microsoft ha svolto un gran lavoro per rendere Windows 10 compatibile con l’hardware di molteplici marche e modelli di computer, anche non recentissimi; tuttavia verifica preventivamente la possibilità di scaricare, anche in un secondo momento, tutti i “driver software” relativi all’hardware del tuo particolare modello di computer e specifici per Windows 10. Le marche più diffuse (Acer, Asus, Dell, HP, IBM, Lenovo, Samsung, Sony, ecc.), sui loro portali Web di assistenza, mettono a disposizione degli utenti gli strumenti utili ad aggiornare questi “driver software”. 
Durante l’upgrade a Windows 10 potrai scegliere di preservare tutti i files e le impostazioni pre-esistenti senza perdita di dati. 
Tuttavia ti consiglio caldamente di effettuare comunque un backup preventivo copiando su un supporto esterno (chiavetta USB o disco fisso portatile) i dati e i documenti personali più importanti presenti nel tuo computer. 


Passo 1) – Fase Informativa e Inizio 
Clicca due volte sull’icona di aggiornamento a Windows 10 in modo da far comparire la finestra su come ottenere Windows 10 (Vedi Figura 3) e cliccare su “avvia subito il tuo aggiornamento gratuito” 
 Figura 3 - Finestra "Ottieni Windows 10" 

Lo strumento "Ottieni Windows 10" analizza alcune applicazioni di terze parti per verificarne la compatibilità. Se vengono rilevati problemi noti che potrebbero impedire l'aggiornamento, verrà visualizzata una notifica con l'elenco delle applicazioni in questione. Potrai quindi scegliere di accettare la rimozione delle applicazioni dal sistema prima dell'aggiornamento. Accertati di copiare l'elenco prima di confermare la rimozione delle applicazioni. 

Passo 2) - Fase di Download 
La Finestra cambia aspetto (Vedi Figura 4 “Avvio del Download”) ed indica l’inizio delle operazioni di scaricamento. 
Figura 4 - Avvio del Download 
Dopo alcuni minuti la finestra assume l’aspetto indicato in Figura 5 e indica la percentuale di completamento del download. 
Figura 5 - Windows Update e download di Windows 10 
Il Computer inizia a scaricare l’aggiornamento di Windows 10 e il download di un file di 2,8 Gigabyte potrebbe durare alcune ore a seconda della velocità del computer e della connessione dati. In ogni caso è possibile continuare a lavorare con il computer, durante lo scaricamento del file. Una volta terminato il download comparirà una nuova schermata dove richiede di accettare le “condizioni di licenza per il software Microsoft” prima di procedere all’installazione (Vedi Figura 6) 
 Figura 6 - Condizioni di licenza
Dopo avere accettato, la finestra mostra per alcuni minuti il messaggio “Preparazione per l’aggiornamento” (Vedi Figura 7) 
Figura 7 - Preparazione per l'aggiornamento
Infine il Windows Update è pronto per aggiornare il computer e ti chiede se vuoi pianificare l’aggiornamento in un secondo momento (definendo data e ora) oppure se proceder immediatamente. (Vedi Figure 8 e 9). Tieni presente che l’installazione può durare altri 30/60 minuti a seconda della velocità del computer. 
Figura 8 - Installazione pronta 
Se scegli “Aggiorna in seguito” puoi indicare il la data precisa in cui effettuare l’installazione (Figura 9) 
Figura 9 - Aggiornamento Pianificato

Passo 3) - Fase di Installazione
Se scegli “Avvia l’aggiornamento” il computer inizierà effettivamente l’installazione e si riavvierà più volte (Vedi Figura 10). 
Figura 10 - Installazione dell'aggiornamento
Una volta completata l’installazione sarà visibile il logo di Windows 10 e  dopo avere inserito la username e la password ritroverai tutti i tuoi documenti, i tuoi files e le applicazioni pre-esistenti. Anche le impostazioni delle APP rimarranno invariate.

ESPERIENZA PERSONALE:
Ecco alcuni consigli e suggerimenti in ordine sparso!
Per essere certo di non fare danni potresti effettuare preventivamente il backup di tutto il disco attraverso un software di imaging come ad esempio il software gratuito Paragon Backup & Recovery 2014 Free Edition. Così, nel caso qualcosa andasse storto, potrai sempre tornare indietro effettuato il Restore del disco. Ho aggiornato parecchi computer a Windows 10 (fin'ora una sessantina) e c'è stato un solo caso in cui l'aggiornamento si è bloccato irrimediabilmente a metà (cioè non procedeva a Windows 10 e non tornava indietro a Windows 7). La causa era di tipo hardware, ovvero il disco che ospitava il Sistema Operativo era guasto in alcuni settori; è stato sufficiente sostituire il disco e recuperare l'immagine di backup effettuata in precedenza (quando il disco era ancora sano)!
Se aggiorni un PC compatibile, è più difficile che esistano driver specifici per Windows 10, quindi il backup preventivo è particolarmente consigliato.
In alcuni casi è possibile che Windows 10 non abbia individuato immediatamente i driver software della scheda grafica presente nel tuo computer. Quindi lo schermo potrebbe apparire con una risoluzione più piccola rispetto a quella utilizzata prima dell’aggiornamento a Windows 10. In questo caso è Windows 10 stesso, che in modo programmato, verifica, con il servizio automatico Windows Update, se ci sono ulteriori aggiornamenti per l’hardware installato, e solitamente scarica anche quelli della scheda grafica, riportando autonomamente e in poco tempo la risoluzione dello schermo al formato corretto. Per rendere più veloce questa vertifica puoi anche forzare l'avvio di Windows Update accedendo alla scheda IMPOSTAZIONI e “Aggiornamento e sicurezza” (Vedi Figura)
Windows 10 introduce un nuovo browser web chiamato Microsoft Edge, rappresentato dall’icona di una e” di colore blu, che è anche il browser predefinito; inoltre, per compatibilità all’indietro, mantiene anche la presenza del vecchio browser Microsoft Internet Explorer, rappresentato dall’icona di una “e” azzurra con un’aureolagialla (Vedi Figura).
Fai attenzione in quanto, ad aggiornamento concluso, aprendo il browser di default (ovvero Microsoft Edge) non troverai l’elenco dei tuoi siti web “preferiti” in quanto essi sono visibili solo utilizzando Microsoft Internet Explorer.

Inoltre alcuni vecchi siti web potrebbero funzionare male o per nulla utilizzando il nuovo Microsoft Edgesoprattutto se sfruttano i cosiddetti NPAPI plugin (Netscape Plugin Application Programming Interface) ormai in disuso. In questo caso prova ad accedervi da Microsoft Internet Explorer il quale è ancora compatibile con NPAPI.

Windows 10 imposta Microsoft Edge come APP predefinita per aprire i file PDF. Se avevi precedentemente installato altri software, come ad esempio Adobe Acrobat Reader DC, dovrai re-impostare nuovamente la tua APP preferita per aprire i PDF.
E' sufficiente cliccare col tasto destro del mouse su un fle PDF e scegliere "APRI CON" ; si aprirà una finestra dove potrai indicare quale applicazione utilizzare.
Infine per chi vuole scoprire proprio tutto su Windows 10 c'è la "guida ufficiale":


©RIPRODUZIONE RISERVATA

sabato 27 giugno 2015

PDF Converter Elite 4.0 - Trasforma i file PDF in file modificabili Word, Excel, PowerPoint, Autocad, OpenOffice

Molte Aziende ed Enti pubblici, sempre più spesso, utilizzano il formato PDF (Portable Document Format)  per divulgare informazioni e distribuire documenti di ogni tipo.
Altrettanto spesso capita di dover modificare questi stessi file PDF e, in mancanza del file sorgente con cui è stato creato il documento, l'operazione diventa alquanto difficoltosa.

PDF Converter Elite 4.0 è un applicazione software, per sistemi Windows, che agevola proprio questo compito, permettendo di effettuare numerose operazioni con i file PDF

PDF Converter Elite 4.0
Entrando più in dettaglio,  PDF Converter Elite 4.0 può:


1) convertire un documento PDF in un file di formato differente (fra quelli previsti) col vantaggio di renderlo modificabile agendo sul file convertito. 
In particolare è possibile ottenere file in formati proprietari come: Word, Excel, PowerPoint, Publisher, OpenOffice, AutoCAD; ma anche in formati generici come: HTML, Testo o Immagine.
Chiaramente l'utente deve preventivamente scegliere il formato di destinazione più adatto, a seconda del tipo di documento che si sta trattando. 
Ad esempio per un disegno tecnico si potrà optare per AutoCAD (DWG o DXF) mentre per una relazione contenente testo e qualche immagine sarà meglio scegliere il formato Microsoft Word o OpenOffice (Write)
In casi particolari come le presentazioni aziendali è utile il formato Microsoft PowerPoint o Publisher.
Infine per estrarre tabelle di dati con cui effettuare calcoli è utilissimo il formato Microsoft Excel oppure OpenOffice (Calc).

2) produrre un documento PDF a partire da qualunque formato di file purchè sia possibile stamparlo.

3) permettere di compiere alcune semplici modifiche direttamente sul documento PDF come ad esempio: cancellare alcune pagine, spostarle, ruotarle, scalarne o modificarne le dimensioni.

4) effettuare operazioni di conversione multipla in modalità batch, permettendo di operare in modo automatico su molteplici files.

I requisiti di sistema di PDF Converter Elite 4.0 sono:
  • Sistema Operativo: Windows 8®, 7®, Vista®, 2008®, XP®, 2003, 32-bit o 64-bit 
  • Hard Drive: 150 MB di spazio disponibile 
  • RAM: 512+ MB di memoria libera
  • Schermo: 1366 (larghezza) x 768 (altezza) risoluzione dello schermo
Interfaccia del Software
Esiste una versione Trial gratuita per 7 giorni con cui è possibile provare tutte le funzionalità del software.

ESPERIENZA PERSONALE:
PDF Converter Elite 4.0 può convertire sia file PDF "nativi" che file PDF "scansionati" cioè, in quest'ultimo caso, file che sono più assimilabili ad immagini, o meglio che contengono immagini all'interno. In quest'ultimo caso il software può opzionalmente avvalersi della tecnologia "O.C.R." per riconoscere il testo presente nelle immagini e trasformarlo in informazioni di testo modificabile. 
Ho fatto alcune prove con entrambi i tipi di file PDF utilizzando pagina 31 del manuale pce-4-help-guide.pdf  (vedi Figura 1) e scegliendo come file di destinazione OpenOffice (Writer)
Figura 1 - File PDF Originale - pagina 31 - lingua inglese


Nel caso specifico la conversione del file PDF nativo è molto buona e abbastanza fedele, soprattutto se si evita di usare il motore OCR. Al limite si perde qualche impostazione di stile del carattere (grassetto o corsivo), vedi Figura 2.

Figura 2 - File PDF "nativo", convertito senza OCR in OpenOffice - lingua inglese
La conversione di questo specifico file PDF nativo è invece meno buona proprio se si utilizza il motore OCR, in quanto non discrimina in modo automatico le aree che contengono delle immagini da non convertire (ad esempio l'immagine del menù); quindi il software converte in testo anche quello che non dovrebbe convertire, vedi Figura 3. Tuttavia va precisato che è possibile istruire il software manualmente indicando le aree di testo della pagina che devono essere convertite.
Figura 3 - File PDF "nativo", convertito con OCR in OpenOffice - lingua inglese
Invece, per le prove di conversione con file PDF "scansiti" ho dovuto realizzare un apposito file di test.
Prima ho trasformato pagina 31 in un'immagine JPG e poi l'ho inglobata in un PDF contenente l'immagine. Ho quindi ottenuto un documento originale su cui far lavorare PDF Converter Elite 4.0 utilizzando obbligatoriamente il motore OCR.
Con un file PDF "scansito" contenente testo in Inglese, il motore OCR del software si è comportato abbastanza bene, vedi Figura 4.
Figura 4 -File PDF "scansito", convertito con OCR in OpenOffice - lingua inglese
Invece, nell'unica prova fatta con un file in lingua italiana, devo dire onestamente che il motore OCR ha prodotto un file inutilizzabile
Vedi qui di seguito Figura 5 e 6 con il file originale e quello convertito.
Figura 5 - File PDF "scansito" - Originale - lingua italiana
Figura 6 - File PDF "scansito", convertito in OpenOffice - lingua italiana
Probabilmente il software non è localizzato per la nostra lingua e se la cava meglio con file in lingua inglese. 

Una caratteristica molto apprezzabile di PDF Converter Elite 4.0 è che offre un unico strumento con cui è possibile sia convertire un documento PDF verso molteplici formati, sia produrre un documento PDF a partire da altri formati, oltretutto potendone variare configurazioni e permessi del file di output. 
©RIPRODUZIONE RISERVATA

AMAZON ADS